ERICACEAE

FAMIGLIA: ERICACEAE
Nome scientifico: Arbutus unedo L.
Nome italiano: Corbezzolo

Nome sardo: Albox (Alghero); Armù (Carloforte); Kariasa Lidone (Bolotana); Lidone (Anela, Berchidda, Bitti, Bono, Bonorva, Ittiri, Nule, Nuoro, Orani, Ozieri, Pattada, Siniscola); Lioni (Perdas de Fogu, Seui, Tempio); Oioi (Mogoro); Oio(n)i (Fluminimaggiore); Oioni (Villacidro); Olidone (Baunei, Berchidda, Oschiri, Padria, Urzulei, Usini); Olione (Laconi); Olioni (Burcei); Alidone, Ghilidone, Ghilisoni, Mela ‘e lidone.

Arbusto o albero sempreverde alto sino a 12 m, tipicamente mediterraneo ma con areale disgiunto che comprende le coste meridionali dell’Atlantico, sino alla Bretagna. Ha foglie ovali-lanceolate di colore verde scuro lucido nella parte superiore e verde più chiaro nella parte inferiore, margine dentellato. Particolare per l’aspetto decorativo che imprime al luogo in cui vegeta, presenta, per molti mesi dell’anno, contemporaneamente i fiori (bianco rosati, in grappoli penduli) e i frutti (bacca globosa, rossa e dal sapore dolce-acidulo); questo perché ha un ciclo biologico di due anni: infatti fiorisce da settembre a dicembre e fruttifica da agosto a novembre dell’anno successivo. Vegeta dal livello del mare sino a 1000 m di quota, con predilezione per ambienti umidi e suoli siliceo-argillosi; è un componente caratteristica e dominante delle macchie montane ma entra a far parte anche del contingente arboreo della lecceta. E’ una pianta mellifera dalla quale si ottiene il particolare miele amaro. Vista la grande capacità pollonifera della ceppaia, riesce, in situazioni sfavorevoli createsi in seguito ad incendi e tagli indiscriminati, a ricostituire velocemente la copertura vegetale, evitando il dannoso dilavamento del terreno.

Show Comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>