LEGUMINOSAE

FAMIGLIA: LEGUMINOSAE
Nome scientifico: Calycotome villosa (L.)
Nome italiano: Ginestra spinosa


Nome sardo: Iscorravoe (Bitti, Orani); Martigusa oina (Bolotana); Teria (Baunei, Oliena, Perdas de Fogu); Theria (Talana); Tiria (Berchidda, Bitti, Bono, Burcei, Fluminimaggiore, Anela, Oschiri, Padria, Pattada, Villacidro, Camp. Log.).

Arbusto  caducifoglio spinoso alto sino a 2 m. Per il suo portamento cespuglioso con rami intricati e spinosi è spesso impiegata per la formazione di siepi protettive. Ha foglie trifogliate ovali-oblunghe ricoperte da una fitta peluria. I fiori, di colore giallo intenso, riuniti in guppetti sono presenti su tutta la lunghezza dei rami. Fiorisce da marzo a giugno. Il nome Calycotome deriva dall’unione di due parole greche: kalyx = calice e tome = tagliare e si riferisce al fenomeno che avviene quando la corolla sboccia e il calice si rompe circolarmente a metà. Il frutto è rappresentato da un legume (2-3 cm) ricoperto di peli rigidi biancastri (da cui il nome specifico “villosa”) che al suo interno contiene semi rotondeggianti bruni, fruttifica in estate. Vista la forte capacità germinativa riesce in breve tempo ad estendersi riuscendo a ripopolare la formazione originaria. Popola il Mediterraneo, come componente di macchie e garighe, da 0 a 1200 m s.l.m. Il genere Calycotome, proprio della regione mediterranea, è rappresentata da 5 specie arbustive e spinosissime. Tale specie, capace di creare veri e propri “sbarramenti” vegetali al passaggio dell’uomo, perde le foglie nel periodo estivo ma non le spine (rami trasformati). E’ una specie eliofila amante di un clima caldo arido.

Show Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>