SALICACEAE

IMG_0081_1280

FAMIGLIA: SALICACEAE
Nome scientifico: Populus alba L.
Nome italiano: Pioppo bianco

Nome sardo: Kostialvu (Padria); Kostiarvu (Anela, Bono); Fustialvu (Berchidda, Ittiri); Fustialbu (Cuglieri); Fustiarbu (Bolotana); Istiarvu (Orani); ‘Ostiarvu (Orgosolo); Pioku (Burcei); Piopu (Tempio, Villasalto); Ustiarvore (Bitti); ‘Ustiarvu (Oliena); Albaru; Arvaru; Fustiarvu; Linnarba; Linnarbu

E ‘ un imponente albero caducifoglio che può raggiungere i 30 m di altezza. Ha portamento eretto, ramificazioni poderose a partire dalla parte bassa del fusto e ampia chioma globosa. Il fusto, robusto, di colore grigio chiaro, assume tonalità nerastre verso la base. I rami giovani, di colore rossiccio, sono ricoperti da una fittissima lanugine. Le foglie, palmato lobate, quelle giovani, e ovali con margine irregolare quelle adulte, sono verde scuro nella pagina superiore, mentre la pagina inferiore, interessata da una fitta peluria bianca argentea, conferisce, nelle giornate ventose, toni brillanti all’intera chioma. E’ una pianta dioica (fiori maschili e femminili su piante diverse) in cui gli amenti maschili sono cilindrici, pelosi e caratterizzati da fiori con stami rossi, mentre quelli femminili sono ugualmente cilindrici ma di colore rosato. Fiorisce a febbraio-marzo, prima che compaiano le nuove foglie. L’impollinazione avviene per mezzo del vento. Il frutto, deiscente, è costituito da numerose cassule che a maturità rilasciano semi cotonosi. La dispersione è anemofila E’ una specie che vegeta preferibilmente in prossimità dei corsi d’acqua, fiumi e torrenti, in terreni alluvionali profondi, eccetto che in acque stagnanti. Grazie alla rapida crescita, è spesso impiegato come albero ornamentale in viali e parchi, inoltre in virtù dell’apparato radicale molto sviluppato svolge un ruolo importante in terreni che necessitano di consolidamento . Il legno trova impiego nella produzione della cellulosa, di tavolame e nella fabbricazione dei fiammiferi.

FAMIGLIA: SALICACEAE
Nome scientifico: Populus alba L.
Nome italiano: Pioppo bianco


Nome sardo: Kostialvu (Padria); Kostiarvu (Anela, Bono); Fustialvu (Berchidda, Ittiri); Fustialbu (Cuglieri); Fustiarbu (Bolotana); Istiarvu (Orani); ‘Ostiarvu (Orgosolo); Pioku (Burcei); Piopu (Tempio, Villasalto); Ustiarvore (Bitti); ‘Ustiarvu (Oliena); Albaru; Arvaru; Fustiarvu; Linnarba; Linnarbu

E ‘ un imponente albero caducifoglio che può raggiungere i 30 m di altezza. Ha portamento eretto, ramificazioni poderose a partire dalla parte bassa del fusto e ampia chioma globosa. Il fusto, robusto, di colore grigio chiaro, assume tonalità nerastre verso la base. I rami giovani, di colore rossiccio, sono ricoperti da una fittissima lanugine. Le foglie, palmato lobate, quelle giovani, e ovali con margine irregolare quelle adulte, sono verde scuro nella pagina superiore, mentre la pagina inferiore, interessata da una fitta peluria bianca argentea, conferisce, nelle giornate ventose, toni brillanti all’intera chioma. E’ una pianta dioica (fiori maschili e femminili su piante diverse) in cui gli amenti maschili sono cilindrici, pelosi e caratterizzati da fiori con stami rossi, mentre quelli femminili sono ugualmente cilindrici ma di colore rosato. Fiorisce a febbraio-marzo, prima che compaiano le nuove foglie. L’impollinazione avviene per mezzo del vento. Il frutto, deiscente, è costituito da numerose cassule che a maturità rilasciano semi cotonosi. La dispersione è anemofila E’ una specie che vegeta preferibilmente in prossimità dei corsi d’acqua, fiumi e torrenti, in terreni alluvionali profondi, eccetto che in acque stagnanti. Grazie alla rapida crescita, è spesso impiegato come albero ornamentale in viali e parchi, inoltre in virtù dell’apparato radicale molto sviluppato svolge un ruolo importante in terreni che necessitano di consolidamento . Il legno trova impiego nella produzione della cellulosa, di tavolame e nella fabbricazione dei fiammiferi.

Condividi
Show Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>